La GIUSTA dose

Nessuno di noi è perfetto, diciamo, e con questa scusa giustifichiamo i nostri eccessi, alimentari, di pigrizia, di scarso impegno nel lavoro.

Ma siamo capaci di enormi sacrifici se ci mettiamo in testa di fare dei cambiamenti, io per esempio ho fatto della parola VOLONTA’ un emblema, ho sacrificato i miei figli in nome di essa e, se tutti ora possono notare quanto siano belle persone, e colti, e quanti successi abbiano nello studio, soltanto io che sono loro vicina so vedere quanto, anche quella spinta, se portata agli eccessi, possa aver causato loro dei problemi.

Non ho saputo resistere, e forse i disastri più grandi in nome di questa splendida parola, che ancora adesso non riesco a non amare, li ho fatti su me stessa.

Ogni volta che desidero ottenere un risultato non so chiedere consiglio a chi ne sa più di me, vince sempre la tentazione grandissima di farmi un progetto tutto mio, mettermi a studiare quasi in segreto tutto quello che riesco ad assimilare sull’argomento e poi provare a metterlo in pratica.

Quando sono dimagrita di 23 kg in 5 mesi ero così felice del risultato che non mi rendevo conto che tutte le persone che mi conoscevano, giudicando l’aspetto esteriore che avevo acquisito, pensavano che fossi gravemente malata, e non ho voluto credere di aver danneggiato anche la mia salute fino a quando non ho avuto in mano una serie di analisi mediche e il mio medico curante non mi ha proposto una cura psicologica.

Quando ho desiderato migliorare il mio tempo sulla mezza maratona ho appeso al frigorifero una tabella scaricata da internet, e non ho “sgarrato” neanche un allenamento, arrivando al limite di sognarmi la notte le sedute di recupero o una corsetta senza misurare i tempi, come se ci fosse qualcuno a controllarmi e a darmi una valutazione.

Solo adesso, che mi sono messa in testa di migliorare la dieta della mia famiglia e ho smesso i comprare lo zucchero, il burro e le farine raffinate, proprio sul libro che ho scelto come guida ho notato questa regola fondamentale per la promozione della salute:

fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in difetto né in eccesso

https://lagrandevia.it/la-via-del-cibo/

Ho provato a togliere la mia tabella dal frigo, teorizzando che in effetti a 55 anni con tutti i problemi che ho io probabilmente un pochino di sano jogging abbinato ad una sana alimentazione è tutto ciò che mi serve…ma sento che mi sto già annoiando, e ancora non ho cominciato.

Triste rendersi conto che ci vuole molta più volontà a volte per raggiungere piccoli traguardi alla nostra portata piuttosto che per portare avanti battaglie che sembrano impossibili.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: